Dove piantare santoreggia?

La santoreggia è una pianta molto rustica. Sopporta bene il freddo, soprattutto se decidiamo di coltivare la varietà santureja montana, ma ama un’esposizione soleggiata.

Come si usa la santoreggia in cucina?

La santoreggia è perfetta su pesci al forno e alla griglia e su piatti di carni, anche molto saporite: carni alla griglia, marinate (si aggiunge direttamente alla marinatura), spezzatini e stufati, è un’erba molto affine al timo e alla salvia negli usi in cucina polli e conigli, ma si usa anche per aromatizzare l’ …

Quando si semina santoreggia?

Se invece si vuole seminare in vasetto si mette tra febbraio e marzo per trapiantare in aprile. Ovviamente dopo la semina e fino allo sviluppo della pianta occorre bagnare il terreno con regolarità.

Dove si coltiva la santoreggia?

La santoreggia montana è una pianta molto diffusa allo stato spontaneo, essendo perenne e molto rustica. Si trova in tutte le regioni, isole escluse, ma predilige vegetare in terreni calcarei di altura. E’ molto diffusa nell’Arco Alpino.

Come annaffiare santoreggia?

Irrigazione. Bagnare il terreno dell’orto è utile alla santoreggia solo durante estati particolarmente secca. La varietà montana resiste alla siccità ancora meglio, in particolare se la pianta ha superato il primo anno di vita.

Come si propaga la santoreggia?

La santoreggia annuale si riproduce per seme. La varietà perenne, per talea estiva o per divisione dei cespi in primavera e autunno e anche per talea.

Quanto cresce la santoreggia?

La santoreggia domestica, che viene chiamata anche con il nome di santoreggia estiva, fa parte della famiglia delle Labiate, al genere Satureja ed alla specie hortensis. Si tratta di una pianta annuale erbacea, che può arrivare fino ad un’altezza pari a 30-40 centimetri ed una larghezza massima di 15 cm.

Quando piantare santoreggia?

La Santoreggia può essere seminata in giardino da aprile a giugno per una raccolta compresa tra giugno e settembre. Se abbiamo una serra protetta, possiamo anche anticipare la semina a marzo utilizzando un semenzaio: quando le piantine saranno spuntate potremo trapiantarle nell’orto o in un vaso.