Come fare la pianta di giuggiole?

  • Mettete a dimora uno dei tanti polloni radicali che emettono gli alberi, dopo averlo fatto opportunamente radicare in un suolo leggero, mantenuto umido.
  • Iniziate a curare il pollone dall’autunno precedente, quindi al termine dell’inverno trapiantate la pianta in pieno sole.

Quando si piantano i semi di giuggiole?

Il periodo in cui piantare il giuggiolo è, come per molte altre piante del frutteto, il momento di stasi vegetativa. L’ideale è procedere a fine inverno (febbraio), dove l’inverno non è troppo freddo si può fare anche a novembre.

Quando fare talea di giuggiolo?

Il periodo adatto è sempre quello primaverile (massimo mese di giugno) in modo da fare radicare le talee prima dell’arrivo del gelo e sufficientemente caldo per innescare il processo ormonale.

Quando comincia a fare i frutti l’albero di giuggiole?

Il periodo di raccolta della giuggiola è in genere la fine dell’estate e l’autunno, sono frutti che maturano generalmente durante il mese di settembre. Indicativamente, da una pianta in piena produzione si possono raccogliere dai 30 ai 50 kg all’anno di frutti, ovviamente con una buona gestione.

Quando inizia a germogliare il giuggiolo?

L’endocarpo del frutto è legnoso e contiene due semi appiattiti ma è frequente il fenomeno della partenocarpia (frutti senza semi). La raccolta è effettuata durante i mesi di settembre-ottobre. La tabella n°1 indica l’accrescimento medio dei germogli durante la fase vegetativa della pianta da aprile a maggio.

Quando fioriscono le giuggiole?

L’albero di giuggiolo fiorisce e fruttifica sui rami dell’anno, che portano gemme riunite a forma di corona. I fiori sono molto piccoli, ermafroditi, con un calice diviso in lobi verdi, triangolari, e con una corolla composta da 5 petali biancastri. Il periodo di fioritura si protrae da giugno ad agosto.

Quanto cresce giuggiolo?

La più nota come giuggiolo è Ziziphus jujuba, una pianta che non raggiunge altezze notevoli, rimane abbastanza contenuta, al massimo arriva a 6 metri. In compenso può essere molto longeva: nel nord della Cina si possono trovare esemplari di giuggioli millenari.

Come piantare i semi di giuggiole?

La semina del Ziziphus jujuba può essere effettuata o in piena terra o in vaso. Il terreno deve essere lavorato e si predilige un terreno abbastanza soffice, umido e leggero. I semi vanno distanziati tra loro di 3-4 volte il loro diametro.

Quando fruttifica Il giuggiolo?

L’inizio della fruttificazione dei giuggioli si ha a partire dal 4° anno dalla semina e raggiunge il massimo rendimento all’età di 15 anni. In genere la maturazione si verifica all’inizio dell’autunno, ma la periodicità può variare notevolmente a seconda delle specie coltivate.

Dove si pianta il giuggiolo?

La pianta del giuggiolo è in grado di svilupparsi molto bene su ogni tipologia di terreno, compresi quelli sassosi e quelli aridi, anche se è meglio porli a dimora in un’ottima terra da giardino, che deve essere mescolata con delle rilevante quantità di stallatico, scegliendo un substrato che sia ovviamente piuttosto …

Come fare una pianta di giuggiole?

La riproduzione dell’albero di giuggiole avviene o tramite l’impianto di astoni o polloni radicati, oppure attraverso l’innesto. Nel primo caso, l’impianto deve essere eseguito nel periodo autunnale. Gli innesti invece, si eseguono a fine inverno, con la tecnica detta “innesto a spacco”.