Quando concimare il corniolo?

La concimazione deve essere effettuata nei mesi d’autunno, inserendo del concime organico dopo aver zappato il terreno. Per quanto riguarda l’anno successivo, non è necessario eseguire altri interventi di concimazione, ma bisogna cimentarsi nella potatura dei rami danneggiati in inverno.

Come si coltiva il corniolo?

La pianta di corniolo si sviluppa molto in larghezza, perciò è opportuno mantenere un sesto d’impianto ampio, con al meno 5 metri tra un albero e l’altro. Essendo una specie molto rustica, non ha grosse necessità, sia in termini di apporto idrico, che di concimazione.

Come si propaga il corniolo?

Il corniolo si può moltiplicare per talea prelevando talee semi legnose o erbacee prelevate nella prima metà di agosto. In autunno si possono prelevare i polloni che si formano alla base dell’albero o mediante innesto su piante di sanguinello (Cornus sanguinea). La forma più adottata è quasi sempre quella ad alberello.

Quando fruttifica corniolo?

Il Corniolo fiorisce quando la maggior parte delle altre piante è ancora in riposo vegetativo, di solito fra Febbraio e Marzo, ma in caso di inverni miti può anche anticipare a Gennaio.

Quando si raccolgono i frutti del corniolo?

Quando ancora la natura è assopita e in attesa di una rinnovata esplosione di colori, il corniolo è già in fiore. Le corniole maturano molto tardi rispetto ai tempi di fioritura: tra fine agosto e fine settembre. Il periodo migliore della raccolta delle corniole è quando queste cadono dall’albero.

Come e quando piantare il corniolo?

Le piantine di corniolo possono essere piantate durante tutta la stagione, anche se il momento migliore per farlo è la primavera o l’autunno. Assicuratevi di piantare la piantina nel giusto tipo di terreno - calcareo o leggermente acido.

Dove piantare un corniolo?

Lo possiamo trovare anche su terreni ricchi di scheletro, si trova particolarmente bene in quelli che abbondano di calcare, e può crescere anche in montagna fino ai 1400 metri circa slm. Per quanto riguarda l’esposizione, possono andare bene sia il pieno sole sia la mezz’ombra.

Dove si trova il corniolo in Italia?

Il corniolo è specie propria dell’Europa centro-orientale sino al Caucaso e all’Asia minore; in Italia si trova in tutta la penisola, ma è più frequente nelle regioni settentrionali.

Cosa si fa con il corniolo?

Dal punto di vista alimentare, le bacche del corniolo sono utilizzabili per fare la marmellata e per dei succhi vitaminici. Dalla loro fermentazione si ricava anche una grappa e un liquore digestivo molto gradevole.

Che sapore ha il frutto del corniolo?

Per produrre a pieno regime questa pianta ha bisogno di 25-30 anni di età. Il frutto può essere rosso-scarlatto, rosso corallo ma anche giallo. Il sapore del corniolo è acidulo. All’interno del frutto c’è un unico seme osseo.