Come potare la pianta del cetriolo?

Per potare le piante di cetriolo, rimuovi semplicemente i polloni e i nodi dagli steli. Fallo quando la pianta cresce fino a 0,6 m, quindi pota regolarmente ogni 1-2 settimane. Inoltre, potresti utilizzare delle mollette da giardinaggio affinché la pianta si arrampichi su di un traliccio.

Quanta acqua vuole il cetriolo?

Annaffiature frequenti e nella corretta quantità assicureranno al terreno un grado di umidità ottimale. Tenete conto che ogni piantina richiede all’incirca 2,5-3 l d’acqua al giorno. Un’altra pratica necessaria nella coltivazione dei cetrioli è rappresentata dalla pacciamatura.

Quando si piantano i cetrioli nell’orto?

La pianta del cetriolo predilige climi piovosi e caratterizzati da temperature abbastanza elevate (l’ideale è che non si scenda sotto i 7 e 8 °C). I cetrioli possono essere seminati nel periodo che va da aprile a giugno.

Quando si coltiva il cetriolo?

La semina in pieno campo si effettua tra maggio e luglio: realizzate delle buchette lungo una fila sistemandone una ogni 30 cm circa, dentro ciascun ponete 3 semi.

Come si spuntano i cetrioli?

i cetrioli (cucumis sativus) sono piccole piante annuali rampicanti, che vengono in genere coltivate striscianti o attaccate ad un sostegno, in modo che salgano; se le lasciamo striscianti è opportuno cimare il fusto principale quando ha prodotto circa 5-6 foglie, tagliandolo in modo da lasciare solo circa quattro …

Quando spuntano i cetrioli?

I cetrioli vengono raccolti da 3 a 5 mesi dopo la semina, a seconda delle varietà più o meno precoci. Utilizzando un coltello, taglia il picciolo con cui i cetrioli sono attaccati alla pianta.

Come si fa la cimatura dei cetrioli?

Il taglio di cimatura si esegue dopo che la pianta ha emesso 5-6 foglie, si va a tagliare dopo la quarta oppure la quinta foglia. In genere il periodo in cui farlo è il mese di giugno, ma può essere anche prima o dopo a seconda di quando sono stati piantati i cetrioli.

Come curare una pianta di cetrioli?

A livello di irrigazione i cetrioli amano abbondanza d’acqua, ma non il ristagno. Bisogna quindi irrigare spesso, tenendo se possibile un terreno costantemente umido (40-45% di umidità del terreno).

Come capire se un cetriolo è pronto?

La raccolta va effettuata quando i cetrioli hanno una grandezza tale da poter essere consumati, e prima che diventino gialli, raccogliendoli presto presenteranno un sapore amaro. In genere il periodo è giugno-luglio, il frutto deve essere di colore verde lucente.

Come fare una buona coltivazione di cetrioli?

I cetrioli si piantano in coltura protetta tra febbraio e aprile, in modo che stiano in semenzaio fino a che la temperatura non si stabilizzi. Da aprile a giugno si può mettere a dimora il cetriolo direttamente nell’orto, l’importante è curare le temperature minime, anche notturne.

Quale concime per cetrioli?

Per la coltivazione del cetriolo sono necessarie abbondanti concimazioni di tipo organico. Le quantità di compost (va bene anche se poco maturo) o letame, variano fra i 35-40 kg ogni 10 mq di superficie.

Come fare sostegno per cetrioli?

Bisogna avere l’accortezza di mettere la rete d’appoggio 10-15 cm più in alto rispetto alla recinzione per consentire alla pianta di avvolgersi dentro e fuori mentre cresce. I cetrioli possono essere coltivati nel campo e beneficiarsi di un’installazione di rete di sostegno.

Come sostenere cetrioli?

Un traliccio viene costruito sopra i cetrioli e altre piante simili, e agisce come supporto verticale. È piuttosto semplice da realizzare ed è facile orientare i cetrioli nella sua direzione.

Dove piantare i cetrioli nell’orto?

Si deve preferire un terreno friabile e fresco, vangato e zappato, che permetta l’assorbimento dell’acqua ma non il ristagno. Per piantare i cetrioli è importante rispettare uno spazio abbastanza ampio tra una pianta e l’altra perché, essendo una rampicante, tende ad essere abbastanza ingombrante.

Quanto bisogna innaffiare i cetrioli?

Annaffiature frequenti e nella corretta quantità assicureranno al terreno un grado di umidità ottimale. Tenete conto che ogni piantina richiede all’incirca 2,5-3 l d’acqua al giorno.

Dove va piantato il cetriolo?

Il terreno migliore per coltivare i cetrioli è profondo e sciolto (cioè con una buona percentuale di sabbia). Vanno bene anche quelli a composizione equilibrata, cioè di medio impasto, purché siano piuttosto permeabili e con una limitata quantità di argilla.

Come concimare i cetrioli?

Concimazione. Oltre ad abbondante acqua, i cetrioli necessitano anche di molte sostanze nutritive. Concimate settimanalmente con un concime liquido organico per ortaggi come COMPO Bio Concime Orto Frutta. Il risultato sarà un’abbondante raccolto.

Quante volte innaffiare i cetrioli?

Questo ortaggio richiede molta acqua indicativamente sono necessari 2,5/3 litri di acqua al giorno per ogni piantina. Innaffiare giornalmente quando la temperatura è più bassa e mantenere il terreno sempre umido soprattutto durante la fase di germinazione e di produzione dei frutti.

Quando piantare i cetrioli in serra?

Nell’articolo troverete tutte le indicazione della coltivazione del cetriolo in serra. La semina, che avviene a primavera, viene fatta piantando un seme per ogni vasetto, bisognerà poi innaffiare e collocare i recipienti in un luogo caldo, intorno ai 25 °C.

Quando spuntano i cetrioli?

I cetrioli vengono raccolti da 3 a 5 mesi dopo la semina, a seconda delle varietà più o meno precoci. Utilizzando un coltello, taglia il picciolo con cui i cetrioli sono attaccati alla pianta. La raccolta dei cetrioli va effettuata quando i frutti sono ancora immaturi, cioè non hanno ancora completato il loro sviluppo.

Come innaffiare cetrioli?

I cetrioli preferiscono un clima caldo e umido. Richiedono irrigazioni frequenti, da effettuare direttamente sul terreno, cercando di evitare di bagnare gli steli e le foglie della pianta. Innaffiare i cetrioli la mattina presto e la sera.

Come coltivare in vaso il cetriolo?

La pianta del cetriolo va seminata tra marzo e aprile ed ecco il procedimento corretto per avere degli ottimi risultati in breve tempo. Preferite dei vasi alti almeno 30 cm e altrettanto alti. Mettete 3 semi per vaso, disponendo le zolle a un metro di distanza le une dalle altre.

Quando i cetrioli diventano gialli?

Se vi imbattete in un cetriolo giallo, di solito è troppo maturo. Quando i cetrioli diventano troppo maturi, la loro colorazione verde prodotta dalla clorofilla comincia a sbiadire, dando loro un pigmento giallo. I cetrioli diventano amari con la potatura e i cetrioli gialli non sono generalmente adatti al consumo.

Perché i cetrioli fanno solo fiori?

Tuttavia, anche le temperature di oltre 35 °C, che si sono verificate spesso nelle estati degli ultimi anni, sono altrettanto nocive di quelle basse, per altri motivi. La pianta in queste condizioni arresta la sua crescita ed emette solo fiori maschili e non quelli femminili: di conseguenza non si ha produzione.

Quando si coltivano le piante di cetrioli?

Per coltivarlo quindi è fondamentale che la temperatura sia stabile e non scenda mai al di sotto dei 15 gradi. Il periodo giusto per piantare cetrioli nel nostro orto è nei mesi primaverili, che vanno da aprile a giugno, quando le temperature minime, comprese quelle notturne, sono abbastanza temperate.

Come curare le malattie del cetriolo?

La cura con lo zolfo in agricoltura biologica va effettuata irrorando prodotti a base di zolfo bagnabile o in polvere secca sulla vegetazione delle piante ai primi sintomi della malattia. Utili sono anche i trattamenti a base del fungo passita Ampelomyces quisqualis che rientra tra i trattamenti biologici.

Perché i cetrioli si seccano sulla pianta?

Può capitare di vedere piante di cetriolo appassire in modo apparentemente inspiegabile, e una possibile causa è l’irrigazione con acqua troppo fredda, che causa uno shock termico. È utile, soprattutto nel caso si abbiano poche piante, tenere dei recipienti pieni e lasciarli intiepidire al sole prima di irrigare.

Quanta acqua cetriolo?

Il cetriolo. Contenuto d’acqua: 96.7% Il cetriolo ha la maggior percentuale d’acqua di qualsiasi altro cibo solido.

Perché le foglie dei cetrioli diventano bianche?

È una delle malattie dei cetrioli che più si manifesta nelle zone a clima tendenzialmente caldo. Si verifica con la formazione, sulle foglie, di macchie bianche di aspetto polveroso che poi invadono progressivamente tutte le parti verdi della pianta. Le foglie appassiscono e poi muoiono.

Perché ingialliscono le foglie dei cetrioli?

Funghi del genere Fusarium colpiscono, a seconda delle specie, melone e cetriolo, oltre anche all’anguria, provocando l’ingiallimento e l’avvizzimento delle piante. I patogeni restano vitali per anni nel suolo e approfittano di eventuali lesioni radicali per entrare nella pianta e far annerire i suoi vasi interni.

Come piantare le piantine di cetrioli?

La giusta misura dipende da quale varietà si decide di mettere, in media le file andrebbero tracciate a 100 cm di distanza tra loro, con 50 cm tra ogni pianta lungo la riga. In caso di semina diretta possiamo decidere anche di mettere i cetrioli a 20 cm di distanza, per poi diradare.

Quanto ci mettono i cetrioli a crescere?

Considerando il periodo della crescita prima di arrivare a frutto, 45-60 gg, si rischia di andare troppo in là con il periodo di coltivazione, esponendo eccessivamente la cultivar dei cetrioli alle piogge e ai primi freddi autunnali.

Quando piantare i cetrioli in serra?

I cetrioli si piantano in coltura protetta tra febbraio e aprile, in modo che stiano in semenzaio fino a che la temperatura non si stabilizzi. Da aprile a giugno si può mettere a dimora il cetriolo direttamente nell’orto, l’importante è curare le temperature minime, anche notturne.

Quando si mettono i cetrioli?

Il periodo giusto per piantare cetrioli nel nostro orto è nei mesi primaverili, che vanno da aprile a giugno, quando le temperature minime, comprese quelle notturne, sono abbastanza temperate.